Dinamolebowski  

Click here to edit subtitle

LEBOWSKI CALCIO

Bowling and football.


Cazzo alzi la mano chi non ha mai fatto nella sua vita almeno una partita di bowling ?

Andiamo a giocare al bowling era una delle proposte piu’ degne di una serata che da li a poco sarebbe diventata una sfida amichevole tra chi alzava piu’ il gomito e manteneva la sfera nella corsia.

A Mezzana a Prato o per i piu’ estivi all’Orso bianco a Vada l’urlo di gioia nel vedere la palla rovesciarsi nell’altra corsia era lo stesso urlo dello strike!!! Benedetti quei birilli che al solo soffio cadevano giu e che siano veramente ma veramente benedetti quei mitici anni 90 dove tutto era permesso e non esistevano i multiplex ed i centri commerciali. Aaaah! Il capitalismo ed il potere in poche mani!!! Un meccanismo a catena che cosi facendo ha creato il fallimento di tante belle cose!!!!

Non saprei spiegare le regole di questo fantastico gioco ma so che devi buttare giu più birilli dell’avversario e come in tutti gli sport ci vuole più culo dell’altro (altro che bravura) per poter riuscire in questa impresa. Non so se nelle partite di torneo esiste un arbitro ma la cosa mi sconvolgerebbe. Se qualcuno di voi sa qualcosa a riguardo mi faccia sapere al piu presto!!!!!

Poi un bel giorno in quella casa in quel di Narnali presso il numero civico di quel certo noncièdatosapereilnomeperlaprivacymalochiameremofede mette su un FILM che ha sconvolto la mia esistenza e quella di mezzo mondo. Ricordero’ per sempre quei momenti ed il film dalla prima all’ultima battuta. Eravamo non molto lontani dal Nuti Francesco regista ed attore pratese di cui potrei creare pagine e pagine senza alcun riferimento alle cose giuste e non giuste che ha fatto e senza pensare a quanta gente ancora e tutt’ora ne crei fenomeni giornalistici di poca eleganza etica.

Eravamo quelli che… all’università.

Imbenzinati? Si ma non tanto di più di adesso che sto scrivendo e non tutte le volte che ne abbiamo fatto una replica.

E’ uno di quei film dove i fratelli Coehn raccontano una storia assurda con personaggi assurdi che fanno uso di sostanze “particolari” e “naturali” ma non ci sono ne’ riferimenti ne’ prove che veramente ne facciano uso. E’ come se fosse scontato che fumassero cannabis ma in realta’ il nostro caro ed amato Drugo potrebbe farne anche a meno perche’ la sua dimensione va oltre ad ogni uso ed abuso.

Vedendo i personaggi del film e’ cosi’ tremendamente scontato che ne facciano uso come il fatto che io abbia gia scritto il titolo del film in questione ma non l’ho fatto…ma e’ scontato, giusto???

............... Si carissimi Drugo e’ cosi', un po nichilista; fuma la pipa per la pace nelle circostanze avverse. Guardando su internet mi sono imbattuto sul libro “il vangelo secondo Lebowsky” cioe’ per farvi capire, vorrei, cioe’,

cazzzo hanno fatto un vangelo!!!!

Punto primo di una sequenza di cose che vorrei far capire e’ che se questo amatissimo od odiatissimo film fosse stato girato nei tempi odierni ne avrebbero probabilmente creato una serie televisiva e sicuramente la trilogia era obbligatoria creando così i presupposti per quell’amata attesa ed odiata visione di quello che non e’ degno quanto l’originale.

Adesso abbiamo creato quel fottutissimo presupposto o breve storiella per entrare un po’ di piu nei particolari…ma scusate cosa centra tutto cio’ con quel che stiamo trattando??? Cioe’ stiamo parlando di bowling e della futuristica idea di un sequel televisivo capitalistico oppure stiamo parlando di semplice e puro FOOTBALL!!

Eh Si ! Scusi lei con quella 24 ore giacca e cravatta potrebbe spiegarmi cosa c’entra tutto questo con il nostro gioco del calcio? Ehi scusi! C’e’ qualcuno che potrebbe spiegarmi perche’ sto leggendo questa cosa e nessuno ha parlato ancora di tattiche, Ibrahimovic e moviole in campo?

Nel film molti sono gli spunti calcistici almeno quanti quelli sul bowling. Non vorrei precisare che una delle regole del calcetto che la squadra ha capito fin dalla prima e’ IL FAMOSO NON VARCARE LA LINEA nei falli laterali… è l’esempio eclatante!

Il bowling e’ uno sport di regole e le regole vanno rispettate cosi’ come nel calcio LE REGOLE SONO LE REGOLE. Senza voler continuare con tutti gli analogismi vorrei pero’ ricordare il bel tappeto che potrebbe essere metaforicamente quel gran bel tappeto verde dove almeno una volta alla settimana andiamo a far spensierare la nostra mente con gesta pressoche’ buffe che si chiamano calcio. Ma sapete cos’e’ un pallone? Non vorrei esagerare ma penso sia l’oggetto senza pari livello che crea la comunicazione piu’ semplice nel mondo senza pensare a quanto sia facile costruirlo ed economico, cosi’ come lo e’ l’abbigliamento del nostro Drugo in questione.

Per tornare alle regole vorrei pero’ tracciare un’altra linea e definire quello che penso sia fondamentale in tutti gli sport e che nel calcio anche a livelli bassi non accade.

Mi chiedo quanto la storia del fair play e del respect sia nel 2015 quasi 2016 una storia da beduini. Siamo a GIOCARE a calcio, siamo tra amici, il contrasto e’ lecito puo' capitare di colpire l’avversario. Ok le regole sono le regole ma noi le sappiamo. Perche’ creare nuove figure arbitrali, moviole in campo se potrebbe essere tutto cosi’ semplice? Probabilmente manca un po’ di Drugo fin dalle scuole calcio?

Beh! Sembro un po’ il narratore della storia ma devo dire che questa squadra e’ solo all’inizio e tutto sembra andare per il verso giusto. Forse mancheranno i risultati calcistici che arriveranno ma vedendo quanto stiamo crescendo come gruppo e sentendo lo spirito di aggregazione mettendo umiltà e rispetto potremo fare grandi cose insieme.

FORZA LEBOWSKI!!!!!!!!